MONZA: Prima che il gallo canti, una mostra sull’uomo e ambiente

Pubblicato: marzo 25, 2011 in Eventi a Monza e in Brianza

VUOI  SAPERE TUTTI GLI APPUNTAMENTI, EVENTI E NOTIZIE? ENTRA QUI E CLICCA “MI PIACE”

____________________________________________________________________________________________

La mostra, intitolata “PRIMA CHE IL GALLO CANTI”, a cura dell’Associazione Green Street ed incollaborazione con l’Assessorato alla Cultura, si terrà all’Arengario di Monza ed è l’ evento centrale Uomo e amdel festival Green Street (Monza 2011).
L’evento si propone di indagare il rapporto tra uomo ed ambiente con l’intento di riuscire amigliorare la complessa relazione tra la civiltà occidentale ed il proprio ambiente attraverso le opere deipiù importanti artisti contemporanei, italiani e stranieri, che si sono confrontati con questo tema.Non solo land-art, quindi, ma un taglio più trasversale attraverso quel grande tema che è la Naturadell’oggi.
Sculture, ceramiche, video ed installazioni di artisti che hanno fatto la storia dell’artecontemporanea: da Fontana a Melotti, da Burri a Richard Long, da Oppenheim a Sol Lewitt,per raccontare l’approccio creativo di questi grandi pionieri dell’ “arte della terra” con opereprovenienti da importanti collezioni pubbliche e private internazionali, quali Guggenheim, MOMA,Stedeljik, MART.
La mostra si articola in sette diversi atti, ciascuno dei quali affronta un determinato periodo storicosecondo uno sviluppo cronologico che ha inizio negli anni Trenta (Atto I°) e termina con interventiambientali tutt’ora presenti (Atto VII°).

Atto I° : Le Origini -BestiarioIn questa sezione sono sculture realizzate tra gli anni Trenta e Quaranta su temi ispiratiall’universo zoomorfo qual è quello relativo alla fauna terracquea. Materie prime di saporeantico plasmate dai maestri della tradizione plastica italiana. La mano dell’uomo incontra laterra in nome dell’ideale incontro tra le forze creative espresse dall’artista e quelle tellurichepresenti in Natura.
Artisti selezionatiSalvatore Fancello (Dorgali 1916 – Bregu Rapit 1941)Lucio Fontana (Rosario di Santa Fè 1899 – Comabbio 1968)Leoncillo Leonardi (Spoleto 1915 – Roma 1968)Marino Marini (Pistoia 1901 – Viareggio 1980)Fausto Melotti (Rovereto 1901 – Milano 1986)

Atto II° : Antefatto – MadreterraDue grandi maestri hanno saputo trarre il meglio dalla madre terra senza rinunciare aglistrumenti linguistici elaborati dalle ultime avanguardie. Combustioni e tagli designano unprocesso che, per quanto possa apparire lesivo nei confronti della Natura, è in realtà da essaaccolto e connaturato. Gesti a tutta prima radicali, estranei ad ogni forma di compromesso e didialogo, mostrano di comprendere a fondo la madre terra, nobilitandola in nome di soluzioniformali di ascendenza classica.
Artisti selezionati
Alberto Burri (Città di Castello 1915 – Nizza 1995)Lucio Fontana (Rosario di Santa Fè 1899 – Comabbio 1968

Atto III° : Gli esordi – Miti contemporaneiL’artista esce dai luoghi deputati all’arte per spingersi laddove la civiltà non ha ancoraattecchito. L’artista fugge dal mondo artificiale del consumo e del progresso per ricongiungersicon una natura remota ed agire nel rispetto dell’ambiente. Si tratta di luoghi sublimi in granparte disabitati e difficili da raggiungere. Per mostrare il risultato del proprio intervento, spessevolte effimero, l’artista ricorre ai media fotografici e video.
Artisti selezionatiCarl Andre (Quincy 1935)Christo & Jeanne-Claude Christo Vladimirov Javacheff (Gabrovo, Bulgaria 1935)Jeanne-Claude Denant de Guillebon (Casablanca, Marocco 1935 – New York 2009)Walter De Maria (Albany, California 1935)Jan Dibbets (Weert, Olanda 1941)Michael Heizer (Berkeley, California 1944)Nancy Holt (Worcester, Massachusetts 1938)Richard Long (Bristol, Inghilterra 1945)Dennis Oppenheim (Electric City, Washington, 1938)Robert Smithson (Passaic, New Jersey 1938 – Texas 1973)James Turrell (Los Angeles, California 1943)
Atto IV°: Percorsi mentali – La coscienza fa sistema
Negli anni Settanta si prende coscienza delle potenzialità creative presenti nei mezzi tecnologici enon solo. Fotografie, filmati, registrazioni sonore, il corpo umano e gli oggetti del quotidiano sonorivistati secondo la formula del ready-made e vengono assunti come strumenti per indagare ecomprendere la natura.
Selezione degli artistiVincenzo Agnetti (Milano 1926 – 1981)Bernd e Hilla Becher – Bernd Becher (Siegen 1931 – Rostock 2007) – Hilla Wobeser Becher(Potsdam 1934)Josep Beuys (Krefeld 1921 – Düsseldorf 1986)John Cage (Los Angeles, California 1912 – New York 1992)Gino De Dominicis (Ancona 1947 – Roma 1998)Luigi Ghirri (Scandiano, Reggio Emilia 1943 – Roncocesi, Reggio Emilia 1992)Salvatore Scarpitta (New York 1919 – 2007)

Atto V°: Condizioni critiche – In cortocircuitoTre grandi protagonisti dell’arte contemporanea accomunati da una morte prematura e dauna forte personalità creativa. Tutti e tre hanno saputo stabilire un singolare rapporto con lanatura evidenziandone aspetti inediti. Dagli interventi atti a destrutturate, decostruire l’ediliziaurbana, al rapporto fisico del proprio corpo con la madre natura in memoria di una vitaancestrale, per finire con l’atteggiamento ludico di chi si prende gioco degli elementi naturaliper rivolgere una sapiente critica alla civiltà del progresso. In tutti i casi emerge con forza ilconflitto culturale dell’occidente, insensibile all’ambiente in cui vive.
Selezione degli artistiGordon Matta-Clark (1943 – 1978)
Ana Mendieta (L’Avana, Cuba 1948 – New York 1985)Pino Pascali (Bari 1935 – Roma 1968)

Atto VI° : Media res – Tra i libri d’artistaEsposizione di libri d’artista a partire dagli anni ‘60 fino ai giorni nostri, per dimostrarel’impegno concettuale ed artistico assunto dai vari artisti nei confronti del rapporto tra uomo eambiente.
Selezione degli artistiEdward Ruscha (Omaha 1937)Olafur Eliasson (Copenhagen, Danimarca 1967)Hamish Fulton (Londra, Inghilterra 1946)Sol LeWitt (Hartford 1928 – New York 2007)Roberto Sanesi e Bepi RomagnoniRoberto Sanesi (Milano 1930 – Milano 2001)Bepi Romagnoni (Milano 1930 – Capo Carbonara 1964)David Tremlett (Sticker, Inghilterra 1945)Emilio Villa (Affori, Milano 1914 – Rieti 2003)Hamish Fulton At Little Big Horn Battlefield, Montana, Summer 1969

Atto VII° : Abitare la natura – Interventi ambientaliIl settimo ed ultimo atto è dedicato ad interventi reali, quelli effettivamente realizzati cone dentro la natura per chiudere questa mostra con un messaggio eco-sostenibile, senzarinunciareall’estetica dell’arte. Per fruire questa singolare “arte naturale” bisogna usciredalla sede espositiva e visitare il Parco di Monza dove si trova l’intervento di Giuliano Mauri,intitolato Voliera per umani (2006).
Gli artisti selezionatiGiuliano Mauri (Lodi Vecchio, Lodi 1938 – Lodi 2009)Nils Udo (Lauf, Germania, 1937)

COSA? MONZA –BURRI E FONTANA ALL’ARENGARIO PER RISCOPRIRE LA NATURA

QUANDO? dal 19-03-2011 al 29-05-2011
DOVE? Monza – Arengario, Piazza Roma ,Monza
INGRESSO: da martedì a venerdì, 10.00-12.00/15.00-19.00; sabato e domenica, 10.00-19.00;lunedì chiuso, 5/4€, Info: 039.230.21.91 – mostre@comune.monza.it

VUOI  SAPERE TUTTI GLI APPUNTAMENTI, EVENTI E NOTIZIE? ENTRA QUI E CLICCA “MI PIACE”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...